Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva Estetica

Ricostruzione mammaria

Ricostruzione mammaria post mastectomia con protesi o lembi

Nella donna la ricostruzione mammaria dopo la demolizione da tumore è importante per motivi psicologici ed estetici dato che il seno è per eccellenza il simbolo di femminilità.

Anestesia Durata dell’intervento Degenza Recupero postoperatorio
Generale Tempi variabili a seconda dei casi. 1 notte per impianto di espansori o protesi. 3+ notti nella ricostruzione con lembi Variabile a seconda dell’intervento.

L’intervento
La ricostruzione più semplice ed immediata si effettua mediante l’impianto di espansori o protesi. L’espansore altro non è che una protesi provvisoria che può essere impiantata già al momento della demolizione che generalmente viene sostituita da una protesi definitiva. Nel caso in cui la regione mammaria per l’intervento o radioterapia non si presti alla ricostruzione con espansore o protesi, si possono utilizzare lembi di tessuto spostati dall’addome e dal dorso.

Trattamento post-operatorio
L’impianto di un espansore comporta un trattamento anche di mesi con espansioni successive dell’impianto, le protesi mammarie hanno bisogno di essere seguite almeno per due mesi, la ricostruzione con lembi necessità di controlli per circa un mese.

Complicanze
Per quanto riguarda le protesi o gli espansori, in pazienti che hanno fatto chemio o radioterapia o ex fumatori, l’esposizione e l’espulsione della protesi e degli espansori, è possibile. Per quanto riguarda la ricostruzione con lembi, raramente l’occlusione dei vasi che nutrono il lembo, può portare alla necrosi del tessuto.

Mastectomia - Chirurgia Ricostruttiva

FAQ

Per quanto tempo può restare l’espansore?

Gli espansori migliori sono delle protesi provvisorie, non dovrebbero restare più di 6 mesi.

Le protesi una volta impiantate sono definitive? Può verificarsi il rigetto della protesi? Le protesi possono diventare dure?

Le varie case produttrici indicano l’opportunità di sostituire le protesi dopo dieci anni, anche se in realtà io ho avuto casi dove la protesi è stata tollerata per più di 20 anni. Non può verificarsi il rigetto perché le protesi sono inserti, ma possono esporsi e quindi è necessario asportarle. In alcuni casi si può verificare una reazione "capsulare" che provoca la così detta reazione a Palla per cui la protesi morbidissima è costretta da una capsula rigida (il tessuto) che la deforma, è indicato in questo caso un re-intervento ed a volte la sostituzione della protesi stessa.

interventi piu visti